Atlético Argentino

Nel giorno più importante della sua storia, il Decano ha ottenuto la più sofferta e inaspettata delle vittorie.

att

Per il secondo turno della Libertadores 2017, alla sua prima partecipazione, dopo il pareggio casalingo all’Atlético Tucumán serviva un successo sul campo dell’ecuadoregno El Nacional. Se però si pensava che la questione la si sarebbe stata risolta in campo, alla fine la partita non è stata che l’epilogo epico e certamente polemico di una vera odissea.

Data l’altitudine di Quito, per comprensibili ragioni legate alla resistenza fisica ma di certo correndo un grosso rischio gli argentini avevano deciso di raggiungere lo stadio solo nelle ore immediatamente precedenti l’incontro. Al che il volo che dovevano prendere non ha ricevuto l’autorizzazione a decollare, quindi, è stato subito chiaro che quel rischio si stava trasformando in una terribile realtà: i tempi erano strettissimi, infatti, e da regolamento una squadra che si presenti con più di 45 minuti di ritardo rispetto all’ora in cui è stato fissato l’inizio della partita perde automaticamente a tavolino.

Fatto sta che ora che si è trovato un altro volo, si è decollati e poi si è atterrati all’aeroporto di Quito, quindi si è raggiunto lo stadio a bordo di un pullman scortato dalla polizia lanciato a 130 km/h, ci si è cambiati in fretta e furia e si è scesi in campo, si erano fatte le undici meno un quarto quando il fischio d’inizio era invece previsto per le 21.15.

A questo punto alcune altre annotazioni sono obbligatorie. Innanzitutto la partita si è giocata, e lo si è fatto solo in virtù di un’imposizione da parte della Conmebol, a sua volta incalzata dall’ambasciatore argentino nel paese che stava viaggiando con la squadra, chiaramente lesiva della squadra di casa. In secondo luogo gli argentini hanno giocato con le maglie dell’Argentina Sub-20 che sta disputando il Sudamericano proprio in Ecuador, ognuna delle quali col numero e il nome del suo titolare dell’Albiceleste, perché le sue non le si erano potute imbarcare sull’aereo alternativo, più piccolo dell’originario. Non ultimo, non era potuta salire a bordo nemmeno parte della delegazione.

Alla fine, Zampedri con la maglia del giovane nazionale di Lautaro Martínez del Racing ha segnato l’unico gol della partita e l’Atlético ha guadagnato l’accesso al terzo turno in cui avversari saranno i colombiani del Junior.

Come in un film.

Annunci

Informazioni su andreaciprandi

Mi chiamo Andrea A. Ciprandi e sono italiano. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire da quelle dipendenti dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (riconosciuta dall'AFA ma per lungo tempo negata dalla gran parte dei mezzi d'informazione e di conseguenza anche degli appassionati). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece fra il 2013 e il 2017 ha offerto notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece fino al 2016 ho raccolto tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedevo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Ho scritto inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. Sempre in passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Infine ho commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
Questa voce è stata pubblicata in atletico tucuman, copa libertadores e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...