AFA, allarme rosso

I club che devono soldi all’AFA non potranno muoversi liberamente sul mercato.

14

Delle 30 iscritte alla Prima Divisione, praticamente la metà per la precisione 14 hanno debiti con l’Associazione. In totale, quanto dovuto ammonta a più di un miliardo di pesos.

Di fronte a questo scenario, la condizione imposta dalla Comisión Regularizadora perché si possa operare anche in entrata nel corso di questa finestra di mercato è che si riduca il debito almeno del 25%.

Questa disposizione ha già provocato veementi reazioni, considerando che l’AFA dal canto suo ai club deve un terzo di quel che reclama in ragione del mancato pagamento di quanto dovuto proveniente dai diritti televisivi di dicembre.

Sarà poi da vedere come risolvere il caso dei club indebitati che nel frattempo si sono già rinforzati: se sanzionarli con una misura retroattiva o piuttosto semplicemente impedirgli di iscrivere chi è stato acquistato.

Fatto sta che a oggi liberi di operare sono Aldosivi, Atlético de Rafaela, Atlético Tucumán, Belgrano, Boca Juniors, Defensa y Justicia, Godoy Cruz, River Plate, Patronato, Racing, Rosario Central, Sarmiento, Talleres, Temperley, Tigre e Unión.

Penalizzati risultano invece essere Arsenal, Banfield, Colón, Estudiantes, Gimnasia y Esgrima La Plata, Huracán, Independiente, Lanús, Newell’s, Olimpo, Quilmes, San Lorenzo, San Martín de San Juan e Vélez.

Di seguito l’elenco dei club della massima serie più indebitati, fra cui compaiono anche due Grandi:

1) Independiente 91 milioni di pesos
2) Quilmes 83
3) Banfield 73
4) Estudiantes 53
5) Lanús 51
(…)
9) San Lorenzo 39

Annunci

Informazioni su andreaciprandi

Mi chiamo Andrea A. Ciprandi e sono italiano. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire da quelle dipendenti dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (riconosciuta dall'AFA ma per lungo tempo negata dalla gran parte dei mezzi d'informazione e di conseguenza anche degli appassionati). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece fra il 2013 e il 2017 ha offerto notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece fino al 2016 ho raccolto tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedevo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Ho scritto inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. Sempre in passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Infine ho commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
Questa voce è stata pubblicata in afa e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...