Peccato originale

Questa domenica va in scena un nuovo Boca-Racing, sfida che ha radici lontane e molto significative.

br

Il Racing fu fondato nel 1903 e il Boca nel 1905, anno questo in cui i primi nel frattempo già si affiliarono all’AFA mentre il Xeneize l’avrebbe fatto nel 1908. Entrambi, ad ogni modo, in principio come di consuetudine all’epoca iniziarono a giocare nelle serie minori dovendo teoricamente passare per una promozione per accedere a quella massima.

Il 18 dicembre 1910, quindi, si misurarono nella finale che valeva proprio il passaggio alla prima divisione. Ad avere la meglio fu il Racing, che vinse 2-1 in rimonta e si guadagnò quindi sul campo l’accesso all’olimpo del calcio argentino che nei decenni a seguire, fino a oggi, avrebbe abbandonato solo per due stagioni a inizio anni Ottanta.

Il Boca per contro una volta giunto in prima divisione la categoria non l’ha mai persa, primato che condivide esclusivamente con l’Arsenal de Sarandí benché quest’ultimo vi sia arrivato appena quattordici anni fa. L’iscrizione a detta categoria, però, per il Xeneize si realizzò solo attraverso un invito da parte dell’AFA.

Nel 1913, in conseguenza della disaffiliazione di alcuni club, si pensò infatti di assicurarsi lo stesso numero di partecipanti alla prima divisione per mezzo dell’allargamento della stessa ad altri che venivano da quelle inferiori. Assieme al Ferro Carril Oeste, che la promozione se l’era già guadagnata secondo regolamento vincendo il campionato cadetto della stagione precedente, salirono così in massa anche tutte le altre partecipanti a quel torneo vale a dire appunto Boca Juniors e poi Platense, Estudiantil Porteño, Comercio, Olivos e Riacheulo, e con essi pure il Banfield campione invece della terza categoria e sorprendentemente il Club Ferrocarril Sud che non giocava partite ufficiali da ben due anni.

Quasi a rimarcare il proprio rango, nel primo campionato che Boca e Racing tornarono a contendersi i biancazzurri nonostante uno 0-1 nell’unico scontro diretto in calendario finirono per laurearsi campioni. Fu il primo di sette titoli consecutivi, record ancora ineguagliato in Argentina e ai tempi senza precedenti al mondo, che a ragione contribuì a garantire agli stessi il soprannome di Academia attribuito nel 1915.

Annunci

Informazioni su andreaciprandi

Mi chiamo Andrea A. Ciprandi e sono italiano. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire da quelle dipendenti dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (riconosciuta dall'AFA ma per lungo tempo negata dalla gran parte dei mezzi d'informazione e di conseguenza anche degli appassionati). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece fra il 2013 e il 2017 ha offerto notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece fino al 2016 ho raccolto tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedevo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Ho scritto inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. Sempre in passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Infine ho commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
Questa voce è stata pubblicata in boca juniors, racing club e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...